Pellegrinaggio a Medjugorje


Il mio Pellegrinaggio a Medjugorje dal 19 al 22 settembre, in aereo, con partenza da Bergamo/Orio al Serio.

1° giorno – 19 SETTEMBRE

Partenza dall’aeroporto di Bergamo alle ore 7:00, arrivo a Mostar dopo poco più di un’ora, in perfetto orario. Dislocazione dei circa 130 partecipanti in 3 pullman, con 3 accompagnatori e 3 sacerdoti. Partenza per Medjugorje con tappa intermedia a Citluk per messa e incontro-testimonianza con Giuseppe, un amico dei veggenti. Arrivo a Medjugorje e sistemazione in 3 hotels diversi. Nel pomeriggio incontro col carismatico Padre Jozo Zovko, parroco di Medjugorje all’inizio delle apparizioni, prima detrattore, poi fervente sostenitore della veridicità del fenomeno dopo aver avuto egli stesso delle visioni.

2° giorno – 20 SETTEMBRE

Al mattino partenza per il Podbrdo, la Collina delle Apparizioni; percorso impervio, altamente roccioso, della lunghezza, andata e ritorno, di circa 2 km, nel quale si è recitato il Rosario nelle varie tappe scandite da rilievi in bronzo, opera di artista italiano. La méta è il luogo della prima apparizione (ne sono avvenute anche in altri luoghi della collina e in questi sono state poste delle croci) dove è stata posta una statua, appunto, della Madonna. Scendendo le 2 Croci Blu, dove Ivan, uno dei veggenti, si riunisce col suo gruppo di preghiera e ha le apparizioni. Nel pomeriggio visita della Chiesa Parrocchiale, fatta costruire negli anni ’60 dal parroco dell’epoca in modo assolutamente sproporzionato in relazione al numero di abitanti: eccessivamente grande per tutti, tranne che per lui che, agli scettici disse: “vedrete che un giorno servirà una chiesa così grande”. A seguire incontro con Padre Danko, cappellano di Medjugorje e trascrittore dei messaggi, indi Rosario e Santa Messa. Dopo cena Adorazione del SS. Sacramento.

3° giorno – 21 SETTEMBRE

Partenza di buon mattino per la salita del Monte Krizevac. Percorso molto più impegnativo e più lungo del Podbrdo. Il Krizevac come il Calvario: rilievi in bronzo rappresentano le stazioni della Via Crucis, per rivivere la passione e morte di Cristo. Poco prima della sommità una grande pietra con targa raffigurante Padre Slavko Barbaric, nel luogo in cui morì, il 24 nov 2000, al termine della Via Crucis da lui guidata. Invitato dai superiori francescani, in qualità di acuto psicologo e sopraffino teologo, a studiare il fenomeno, non ebbe dubbi sulla veridicità e non si spostò più da Medjugorje. In vetta la Grande Croce, eretta in occasione del 1900° anniversario della morte di Gesù. Nel pomeriggio visita del Villaggio della Madre, uno dei tanti frutti di Medjugorje, istituzione specializzata per l’accoglienza, la cura e la formazione dei bambini abbandonati e orfani.

4° giorno – 22 SETTEMBRE

Incontro con la veggente Vicka davanti alla sua vecchia casa, proprio sotto la Collina delle Apparizioni, ci si creda o no, è sempre un’esperienza da vivere e difficilmente dimenticabile. Visita quindi all’Oasi della Pace, piccola comunità religiosa. A seguire messa in italiano nella Chiesa Parrocchiale. Nel pomeriggio visita della Comunità Cenacolo di Suor Elvira, preposta al recupero dalle varie dipendenze, con delle forti testimonianze degli ospiti, prima recuperati, ora attivi al suo interno. In serata partenza per Mostar per il volo di ritorno per Bergamo.

Giudizio tecnico: anche sforzandomi non riuscirei a trovare la benchè minima pecca.

Giudizio spirituale: non si pronuncia il Vaticano, figurarsi io! A me ha dato l’impressione che sia un “luogo santo” e, al momento del ritorno, suscita un mix di emozioni: di malinconia, in quanto ti lascia un vuoto dentro e di gioia, per aver avuto l’opportunità di visitare certi luoghi.

4 pensieri su “Pellegrinaggio a Medjugorje

  1. Direttive ufficiali della Sante Sede su Medjugorje

    Cari amici,
    lo scorso anno sono affluiti nella celebre parrocchia dell’Erzegovina 2 milioni di pellegrini da ogni parte del mondo, di cui 600.000 italiani, e circa 35.000 sacerdoti. E’ importante, sotto il profilo pastorale, che i pellegrini conoscano le direttive della Santa Sede su questo evento, di fronte alle quali eventuali posizioni contrarie sono da considerarsi opinioni personali.
    La posizione della Santa Sede, esplicitata in vari Documenti, è stata recentemente sintetizzata da Sua Eminenza il Card. Tarcisio Bertone, Segretario di Stato, nel libro “L’ultima veggente di Fatima” – Ed Rai-Rizzoli – pag 103-107. Sua Santità Benedetto XVI ha voluto avvalorare il libro con una sua personale prefazione.
    Al riguardo il Card. Bertone ha affermato:
    1. “Le dichiarazioni del vescovo di Mostar riflettono un’opinione personale, non sono un giudizio definitivo e ufficiale della Chiesa”.
    Questa dichiarazione taglia le gambe a tutti coloro che si avvalgono delle dichiarazione del Vescovo di Mostar per attaccare Medjugorje in nome della Chiesa.
    2. “Tutto è rinviato alla dichiarazione di Zara dei vescovi della ex Jugolavia del 10 Aprile 1991, che lascia la porta aperta a future indagini. La verifica deve, perciò, andare avanti”.
    E’ la Santa Sede che a suo tempo non ha accolto il giudizio della commissione nominata dal Vescovo e ha deciso di affidare il caso alla Conferenza Episcopale della ex -Jugolavia. Quest’ultima ha lasciato la porta aperta a future indagini, essendo le apparizioni ancora in atto. Non è vero dunque che la Conferenza episcopale della ex -Jugoslavia abbia espresso un giudizio negativo.
    3. “Nel frattempo sono permessi i pellegrinaggi privati con un accompagnamento pastorale dei fedeli”.
    I pellegrinaggi privati sono quelli organizzati privatamente dai fedeli, o da agenzie laiche, e si specifica che è bene che siano accompagnati dai sacerdoti. Questa precisazione è molto importante, soprattutto per il servizio delle confessioni.
    4. “Infine, tutti i pellegrini cattolici possono recarsi a Medjugorje, luogo di culto mariano dove è possibile esprimersi con tutte le forme devozionali”.
    Viene qui ribadita l’assoluta libertà dei pellegrini di recarsi a Medjugorje, specificando che la Chiesa lo ritiene un luogo di culto mariano, dove è possibile partecipare alla Santa Messa, Confessarsi, fare la Via Crucis, l’Adorazione al Santissimo Sacramento…e così via.
    Questa, cari amici, è la posizione ufficiale della Santa Sede su Medjugorje e queste sono le sue direttive, espresse dal Cardinale Segretario di Stato e avvalorate dal Santo Padre in persona.
    Mentre esprimiamo la nostra gratitudine, assicuriamo loro la nostra preghiera alla Regina della pace, augurandoci che da parte di tutti ci sia obbedienza e umile sottomissione.
    Vostro Padre Livio

  2. Sono sempre stata affascinata dai “luoghi santi”, ufficiali o meno non ha importanza. Credo sia un’esperienza unica che solo il cuore può giudicare e solo la testa può rendere presente nella vita quotidiana fatta di normalità.
    E’ un pallpellegrinaggio che farò… grazie dei dettagli e commenti personali!
    A presto

  3. Grazie Giorgio,
    come sempre sei stato molto preciso e meticoloso nel tuo racconto; seppure credente, ma non professante regolarmente, a volte queste situazioni in cui si ammassano folle di fedeli, non mi entusiasmano, perchè forse tolgono un po’ di valore a quello che è vermente la spiritualità, però, nello stesso tempo, devo ammettere, che vorrei fare l’esperienza di andare almeno una volta, anche perchè la tua descrizione così particolareggiata e spontanea, mi ha invogliato. Ci penserò.

  4. Ciao Giorgio,

    Bellissimo itinerario e racconto ben particolareggiato. Anch’io vorrei andarci, mi hanno invitato ad andare ai primi di ottobre e, se non ci fosse in mezzo la convention e la festa di inizio anno scolastico ci andrei piu’ che volentieri.

    Ancor di piu’ ora che ho letto il tuo racconto. Penso che siano luoghi che una persona , prima o poi , deve visitare per vivere e rendersi conto di persona delle esperienze e le emozioni che gli altri raccontano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...