Intervista al cardinale Schönborn, prima Eminenza a celebrare messa a Medjugorje


“La Madonna ha parlato ai veggenti, io ci credo”

“I veggenti sono come i pastori di Betlemme. Non possiamo non credere che abbiano parlato con la Madonna e che intercedano con noi. Non tutti possiamo vedere la Madonna, che appare sempre agli umili perché è la donna più umile che ci sia. Come i pastori dissero a Giuseppe e Maria che c’erano gli angeli sopra la loro grotta, e loro non li avevano visti, così non possiamo pensare che a Medjugorje i messaggi che ci lascia la Vergine Maria non siano veri “.
Il cardinale Cristoph Schönborn, vescovo di Vienna e primate d’Austria, ma soprattutto allievo prediletto di Joseph Ratzinger a Ratisbona (con il futuro Benedetto XVI si è laureato e ha seguito il dottorato),  è la prima eminenza vaticana che in modo ufficiale celebra messa al santuario mariano bosniaco e che, con le sue parole, sembra finalmente dare a Medjugorje quel riconoscimento che ancora non esiste.

“Sono venuto a vedere in che modo sta l’albero, perché dei suoi frutti avevo già notizia: tanti fedeli della mia diocesi sono venuti qui a pregare e hanno poi scelto la vocazione sacerdotale o hanno ricostituito una famiglia che era in sfacelo. Penso davvero che qui si ascoltino cose molto importanti e soprattutto si colga nel senso migliore il bisogno di pregare che la società ci sollecita sempre di più”.

Che cosa dirà al Santo Padre della sua esperienza a Medjugorje?

“Il Papa non ha bisogno dei miei consigli. Sa benissimo quale importanza rivesta la Vergine Maria per la Chiesa cattolica e lui ne è un fervente devoto. Ha visitato diversi santuari mariani e penso che un giorno possa venire anche qui”.

Che cosa pensa dei messaggi che la Madonna rilascia ai veggenti di Medjugorje?

“Sono messaggi evangelici senza essere dichiarazioni straordinarie, ma dimostrano che la Vergine pensa alla sua gente con grande amore. Bisogna che il buon senso prevalga in tutti noi e i veggenti ce lo ricordano con le parole della Madonna. E d’altra parte ricordo sempre quello che ha detto Santa Bernadette di Lourdes: ‘A me non è stato chiesto di convincervi delle parole che ho sentito, ma solo di dirverle’. Saranno poi i fedeli a capire ognuno per il suo sentimento”.

Lei ha parlato nell’omelia della notte di Capodanno di nuova evangelizzazione. A che cosa si riferiva in modo preciso?

“Alla necessità di affidare la parola di Dio alle persone giuste, che possano raggiungere anche chi non prega e che invece può capire quale sia il messaggio cristiano, di pace innanzitutto. Attraverso la preghiera noi possiamo raggiungere anche chi ora è senza Dio”.

Ma come mai la Chiesa finora ha visto in modo non sempre favorevole il caso di Medjugorje?

“Direi che non è sempre stato così, c’è molto interesse per Medjugorje, ma bisogna anche andare con serenità a un giudizio finale. Direi che la Chiesa cattolica qui ha sopportato la guerra, il comunismo, di nuovo un conflitto e non si è mai arresa, anzi, dal 1981 qui i pellegrini sono molto aumentati di numero a dimostrazione che in questo luogo c’è qualcosa di speciale”.

Lei in questi giorni questi pellegrini li ha incontrati. Che cosa ha sentito dalle loro parole, e, soprattutto, quali sono state le sue sensazioni nei luoghi dove questa fede si esplica?

“Ho sentito da loro il grande bisogno di pregare e di rivolgersi alla Madonna con semplicità come fa lei con noi. Io ho sentito questa devozione e ho capito che davvero questo luogo ha un suo importante connotato che la chiesa deve capire”.

Un giudizio finale?

“Direi che la gente adora questo luogo e che può diventare qualcosa di molto importante e profondo”.

Dal Resto del Carlino del 02/01/10

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...